Pisa Online - tour della magnifica città della Torre Pendente Rassegna stampa sui lavori alla Torre di Pisa dal 1995 ad oggi
News about the Leaning Tower of Pisa since 1995

 

L'escavazione sotterranea fu sperimentata oltre un secolo fa

Dio salvi la Torre

Dall'Inghilterra la cura per il monumento pisano


di Candida Virgone

PISA - Il salvataggio della Torre di Pisa sarà tentato con un intervento che fu sperimentato per la prima volta in Inghilterra più di un secolo e mezzo fa, evitando il crollo di un campanile pendente. Alec Skempton, professore dell'Imperial College, ha scoperto per caso la strabiliante analogia mentre faceva ricerche per una storia dell'ingegneria civile e si è imbattutto nella figura di James Trubshaw, che nel 1832 utilizzò la pionieristica tecnica della "escavazione sotterranea" per raddrizzare un campanile alto trenta metri a Wybunbury, un paesino nella contea del Cheshire.
Il campanile della chiesa di St Chad fu costruito nel quindicesimo secolo sulla collina di terra sabbiosa e stava inclinandosi in modo pericoloso. Skempton ha comunicato la sua scoperta ad un collega dell'Imperial College, Johon Burland, membro, come è noto, del Comitato per la salvaguardia della Torre di Pisa. Proprio ieri la commissione ha dato luce verde al progetto per raddrizzale di almeno mezzo grado le 14.500 tonnellate della torre pendente con un metodo molto simile a quello di più di un secolo fa. Il metodo prevede l'utilizzo di trivelle e sifoni per aspirare 25 centimetri di terreno in eccesso sotto la parte Nord della torre. "Trubshaw - ha detto Burland al Daily telegraph - ci ha battuti. E' emozionante trovare che qualcuno ha avuto la stessa idea. Non sono per nulla seccato". A detta di Burland, che ha propugnato e messo a punto il piano d'intervento, nel caso di Pisa "ci vorranno almeno due anni per ottenere i risultati sperati". Il prossimo passo sarà "l'utilizzo di cavi di trazione d'acciaio in partenza dal terzo piano della torre" La parte finale del'operazione, l'aspirazione del terreno dovrebbe cominciare "fra sei mesi o un anno al massimo". Burland farà presto visita al campanile raddrizzato in Inghilterra centrale e si è detto incoraggito dal successo che il suo predecessore del secolo scorso ebbe con il campanile in Cheshire.
Complessivamente dovrebbero insomma esser necessari altri due anni di lavoro, come è stato confermato anche ieri mattina dalla Primaziale dal prof. Michele Jamiolkowskisi, durante il periodico bilancio del lavoro del Comitato scientifico. Così, con il Giubileo forse anche la Torre sarà in dirittura d'arrivo ed il nuovo secolo inizierebbe con il monumento finalmente libero da lavori in corso. Tirando le somme su tempi e costi, se la strallatura partisse a febbraio, richiederebbe 4 - 5 mesi, altri 2 ce ne vorranno per la sottoescavazione preliminare ed infine circa un anno e mezzo per la definitiva. Circa due anni quindi intaccando pienamente il Duemila, per una spesa già fatta di circa 20 miliardi, di fronte ai 27 stanziati, e la perdita di un'altra decina fra pignoramenti e cadute in perenzione (vale a dire riassorbimenti dal ministero del Tesoro che ha già impegnato i fondi diversamente).

 

Pisa Online - tour della magnifica città della Torre Pendente Rassegna stampa sui lavori alla Torre di Pisa dal 1995 ad oggi
News about the Leaning Tower of Pisa since 1995

Copyright 1996-2012 PisaOnline.it - All rights reserved