Pisa Online - tour della magnifica città della Torre Pendente Rassegna stampa sui lavori alla Torre di Pisa dal 1995 ad oggi
News about the Leaning Tower of Pisa since 1995

3 marzo 1999 - Il Tirreno

Una Torre sempre meno pendente
Pisa, la cura funziona: monumento "sicuro" entro il 2001

La cura fa bene alla Torre. La raddrizza di quel poco che le permette di stare meglio in piedi. Per ora con l'ausilio delle stampelle, cioè con le opere temporanee di salvaguardia come le "breblle", la cerchiatura e i contrappesi. E fra due anni e mezzo da sola, grazie alla sottoescavazione controllata la cui fase sperimentale, iniziata alcune settimane fa, sta dando risultato ritenuti dal comitato degli esperti "molto buoni" (la pendenza è diminuita in alcune settimane di lavori di 1,5 millimetri). Se non vi saranno intoppi, entro il 2001 il celebre monumento sarà posto in condizioni di sicurezza.
Il comitato degli esperti si è presentato quasi al completo davanti ai giornalisti nella consueta conferenza bimensile. Con una notizia buona e una cattiva. Quella buona ve l'abbiamo già data, cioè la diminuzione della pendenza. Quella cattiva riguarda l'"ordinario" ritardo nell'approvazione della legge per la Torre.
"Siamo di fronte alla solita, ricorrente preoccupazione - ha detto il presidente del comitato, Michele Jamiolkowski - , ed è quella che la legge sulla Torre, compresa in un disegno di legge Omnibus, è ritornata al Senato nella cui sede ci sono obiezioni che non riguardano il Campanile, ma altri monumenti e opere d'arte, e che ne fanno ritardare l'approvazione. Il comitato formalmente non avrebbe più poteri tanto che portiamo avanti solo i lavori decisi prima della scadenza. Se tra un mese e mezzo la legge non sarà approvata, ci troveremo di nuovo alla paralisi nella fase tra l'altro decisiva dei lavori".
Dovrebbe comunque essere l'ultima tribolazione per il comitato. Jamiolkowski spiega il perchÈ. "Il disegno di legge in discussione al Senato - dice - è stato leggermente modificato. Sono stati inseriti due nuovi commi. Il primo riguarda la delega al governo di prolungare il mandato al comitato, senza bisogno quindi che il provvedimento ritorni in Parlamento. Il secondo, richiama l'attenzione del legislatore sul fatto che il comitato, nelle more dell'approvazione, sta svolgendo regolarmente il suo mandato".
Il prof. Carlo Viggiani membro del comitato di salvaguardia, da buon napoletano fa gli scongiuri ma nei suoi occhi brilla ottimismo.
"Questa prima fase di sottoescavazione sperimentale - dice - sta dando i risultati sperati. Iniziata circa un mese fa, ha portato a una riduzione della pendenza di 1,5 millimetri. E abbiamo solo compiuto un terzo dei lavori a conclusione dei quali è prevedibile che la diminuzione dell'inclinazione sarà di 4,5 millimetri. "Se precediamo così fino alla conclusione del saggio di prova, quindi tra due mesi - aggiunge il prof. Viggiani già prima dell'estate potremo iniziare la sottoescavazione definitiva che ci porterà in due anni, forse qualcosina di più, a concludere i lavori di salvaguardia".
Intanto ammonta già a due tonnellate la terra escavata a circa un metro di distanza dalla base della Torre e ad una profondità di sei metri grazie all'ausilio di dodici tubi lunghi 14 metri a cui sono attaccati "cavatappi" meccanici.
Resta dunque il problema finanziario. "Nelle nostre casse - dice il presidente Jamiolkowski - è rimasto soltanto un miliardo e mezzo che non basterà sicuramente per concludere i lavori se non sarà approvata la legge in Parlamento che prevede appunto lo stanziamento di altri finanziamenti necessari per completare i lavori entro il 2001 (dal 1997 fino ad oggi sono stati spesi circa 6 miliardi di lire; n.d.r.)".

Servizio di Marco Barabotti

 

Pisa Online - tour della magnifica città della Torre Pendente Rassegna stampa sui lavori alla Torre di Pisa dal 1995 ad oggi
News about the Leaning Tower of Pisa since 1995

Copyright 1996-2012 PisaOnline.it - All rights reserved