Pisa Online - tour della magnifica città della Torre Pendente Rassegna stampa sui lavori alla Torre di Pisa dal 1995 ad oggi
News about the Leaning Tower of Pisa since 1995

02 Gennaio 2001 - Il Tirreno

Piazza dei Miracoli nel 2000
visitata da 10 milioni di turisti
Le cifre fornite dal presidente Pacini nella tradizionale relazione di fine anno

di Marco Barabotti
PISA. Il 2001 ci porterà la Torre raddrizzata quel tanto per stare in piedi almeno tre secoli. Sarà anche riaperta ai visitatori, però a numero chiuso e si scatenerà una vera e propria lotta per accaparrarsi i biglietti. La sua riconsegna alla Primaziale e alla città avverrà con un grande concerto, in Mondovisione, il 17 giugno, per San Ranieri, di Andrea Bocelli che canterà la «Messa di requiem» di Giuseppe Verdi.
Di questo grande evento che caratterizzerà il nuovo anno, ma anche in generale di tutti i monumenti di piazza dei Miracoli e delle varie iniziative in programma, ne ha parlato il dott. Pierfrancesco Pacini, Operaio Presidente dell'Opera della Primaziale, durante la tradizionale conferenza di fine anno davanti alle autorità pisane.
Sia Pacini che il sindaco Fontanelli hanno poi elogiato l'omelia in cattedrale dell'arcivescovo Alessandro Plotti che si è detto molto preoccupato per la pace in Palestina, esortando tutti a stare vicini a quei popoli perché prevalga il dialogo.
Ma vediamo, nel dettaglio, cosa ha detto Pacini.
La Torre non fa più paura. «Le buone notizie - ha aggiunto Pacini - si sono susseguite in questi ultimi dodici mesi: l'inclinazione del Campanile, le cui sorti stanno a cuore a tutto il mondo, è stata ridotta, fino ad oggi di circa 35 centimetri. Il traguardo che si pone il comitato internazionale a conclusione dei lavori è di ridurre l'inclinazione, per effetto della «sottoescavazione», a 38 centimetri, in modo da riportarla com'era tre secoli fa. Siamo quindi vicini all'importante meta. A tale riguardo il presidente del comitato, Michele Jiamiolkowski, che ringrazio unitamente a tutti i suoi collaboratori, ha annunciato che il suo mandato si concluderà nella prossima primavera con la riconsegna «simbolica» delle chiavi della Torre. Una Torre che è sulla via della guarigione anche se resterà da effettuare un altro importante intervento conservativo: il restauro materico. Gli studi effettuati hanno, infatti, messo in risalto il degrado dei marmi dovuto agli agenti atmosferici e alla «vecchiaia» del Campanile che ha oltre 800 anni. Una prova, per questo intervento conservativo è stata effettuata in questi mesi su una limitata parte del monumento, prova che ha dato ottimi risultati, come del resto è avvenuto per il Battistero e la facciata della Cattedrale. Infine mi preme dire che a conclusione dei lavori l'immagine intorno al Campanile di Bonanno tornerà ad essere quella antecedente il 1990 quando cioè si rese necessaria la sua chiusura».
Lavori nella cattedrale. Nel nostro splendido Duomo proseguono i lavori di restauro. Lavori che stanno interessando l'aspetto marmoreo dei transetti e dei vari altari, quello dei dipinti lungo la navata centrale e della parte lignea. Questi interventi, da tempo iniziati, richiedono ancora alcuni mesi per la loro conclusione. Ma l'inizio del nuovo millennio sarà ricordato per un intervento di notevole valore storico ed artistico: l'adeguamento del presbiterio alla «nuova» liturgia che permetterà ai fedeli di seguire le cerimonie religiose con più partecipazione.
Camposanto monumentale. Proseguono, in uno dei gioielli più apprezzati dagli studiosi di tutto il mondo, gli interventi per completare il restauro del celebre monumento, dopo l'incendio del 1943. Conclusi i lavori di restauro del quadriportico e di tutte le collezioni archeologiche e neoclassiche esposte, prosegue il complesso restauro del ciclo di affreschi. Nell'anno che sta per iniziare sarà dato il via alla seconda fase che comprende la ricollocazione alle pareti su un nuovo supporto degli affreschi distaccati e quindi l'avvio al restauro pittorico dei medesimi. Anche a questo monumento è stata posta particolare attenzione con la collocazione di idonee strutture illustrano tutte le opere che sono esposte. Si tratta di schede informative in due lingue e collocate su appositi leggi.
Episcopio. Si stanno concludendo i lavori di recupero della settecentesca Limonaia del palazzo Arcivescovile che sarà adibita a sede del nuovo archivio dello stesso palazzo.
Novità in piazza dei Miracoli. Si sono recuperate alla fruibilità della piazza due aree importanti con la riduzione del cantiere Torre prospicente il palazzo dell'Opera e la completa liberazione e nuova sistemazione dell'area tra il Camposanto e la Torre Santa Maria. È stato completato il progetto di nuova segnaletica informativa all'interno della piazza che vedrà la drastica riduzione di cartelli di vario genere e natura, oggi presenti. Ha avuto grande successo la cartellonistica informativa sui lavori di stabilizzazione del Campanile, così come è stata apprezzata l'attenzione per un maggior decoro della recinzione di divisione tra il cantiere Torre ed il prato». Pacini ha poi esortato ad una maggiore vigilanza nelle zone adiacenti a piazza dei Miracoli, «dove imperversa ancora la microcriminalità, dopo che il fenomeno è stato debellato sul Duomo».
Asse pedonale stazione-piazza dei Miracoli. Sulla riqualificazione dell'asse stazione-piazza dei Miracoli, il sindaco Fontanelli ha ricordato come l'amministrazione comunale abbia fatto delle scelte importanti («un più coerente rapporto tra piazza e città, con la realizzazione pedonale che è già iniziata e che alleggerirà il carico inquinante da traffico, con benefici anche per i monumenti della piazza».
Aumentano i turisti. Il 2000 è stato un anno particolarmente felice per la nostra splendida piazza. I visitatori dei monumenti e musei sono stati, nel 1999, 1 milione 790mila contro i 2 milione e 50mila del 2000. Un aumento dunque, in percentuale, di circa il 14%. A questi numeri vanno aggiunte le migliaia di pellegrini che hanno affollato soprattutto la cattedrale per effetto dell'anno giubilare. Complessivamente sulla piazza è stato calcolato che siano transitate, in tutto l'anno, circa 10 milioni di turisti, italiani e stranieri.
Festival di musica sacra. L'Opera della Primaziale organizzerà unitamente all'Ente Cassa di Risparmio di Pisa, Comune e Provincia un evento speciale che dovrà dare un nuovo impulso culturale nel campo musicale alla nostra città e non solo. Si tratta di un Festival di Musica Sacra al quale è prevista la partecipazione di grandi orchestre (dall'orchestra e coro della Radio Bavarese allo London Symphony Orchestra) e di direttori di prestigio internazionale (da Sawallisch a Gustav Kuhn a Richard Hickox). Il periodo del Festival è stato fissato dal 15 al 22 settembre del 2001 con un concerto per sera. Centro delle rappresentazioni, naturalmente, la Cattedrale di Pisa e le chiese di Cavalieri di Santo Stefano, di Santa Caterina e San Francesco.
Concerto di Bocelli. «In occasione della riconsegna della Torre Pendente all'Opera della Primaziale - ha detto Pacini -, ricordo il grande appuntamento che si terrà in cattedrale, con il maestro Andrea Bocelli, durante il quale sarà rappresentata la «Messa di Requiem» di Giuseppe Verdi. Questo evento è organizzato dalla Fondazione Arpa, (istituita per aiutare la ricerca nel campo della chirurgia e medicina) presieduta dal professor Franco Mosca e della quale lo stesso maestro Bocelli è presidente onorario.
Una bella mostra. Oltre alle iniziative già definite ci sono alcuni progetti in fase di elaborazione: organizzazione di una mostra incentrata sulle sculture rimosse dalla facciata del Battistero e della Cattedrale; riorganizzazione e abbellimento di alcune sale del Museo dell'Opera; acquisizione di nuovi immobili anche in vista della possibile realizzazione di una pinoteca.

 

Pisa Online - tour della magnifica città della Torre Pendente Rassegna stampa sui lavori alla Torre di Pisa dal 1995 ad oggi
News about the Leaning Tower of Pisa since 1995

Copyright 1996-2014 PisaOnline.it - All rights reserved